Se hai un fratello o una sorella sai cosa voglia dire e quanto sia importante questo legame che però spesso, soprattutto in età più giovane, può dare adito a litigi.

Il legame fratello sorella è un misto di complicità, amore, odio, armonia, tensione, conflitto e gelosia. Pensa che numerosi studi hanno notato come i gemelli litigano…già nell’utero materno!

Perché i fratelli litigano?

Litigi tra fratelli, come farli smettere

Il litigio viene fatto per conquistare il proprio posto in casa, la propria preferenza e far valere le proprie ragioni e diritti. In sostanza è un modo per acquisire sicurezza, fiducia in sé e nelle proprie capacità senza accorgersene.

In alcuni casi, il problema può essere uno scontro di personalità. In altri, possono essere sentimenti irrisolti di rivalità. Ad esempio, un bambino può sentirsi come se mamma o papà favorisse il proprio fratello. Un altro bambino può sentirsi risentito perché pensa di non poter fare tanto perché è più piccolo.

Cosa possono fare i genitori in caso di litigi tra fratelli

Litigi tra fratelli, come farli smettere

Qualunque sia la causa, è importante che i genitori facciano il possibile per promuovere una buona relazione tra fratelli e assicurarsi che eventuali conflitti non danneggino la loro relazione. In particolare, ricordati di:

  1. Insegnare ai bambini come gestire il conflitto in maniera positiva: insegnagli ad esempio, ad ascoltare il punto di vista del fratello e a negoziare eventuali risoluzioni. Imparare a gestire le controversie tra fratelli e sorelle aiuterà i bambini a diventare adulti più abili nel risolvere problemi e più bravi a gestire le relazioni con gli altri.
  2. La famiglia è come una squadra: spiega ai tuoi figli che la famiglia è una squadra e come una buona squadra è importante che tutti lavorino insieme per avere pace e armonia in casa.
  3. Entra nel conflitto: alcuni genitori credono che sia meglio lasciare che i bambini gestiscano i conflitti da soli. Questo va bene, purché i bambini abbiano gli strumenti per gestire i disaccordi in modo costruttivo, positivo e pacifico. Se la discussione si surriscalda o c’è un’aggressione verbale o fisica, intervieni immediatamente.
  4. Ascolta ogni parere: e non essere sempre a favore di uno o dell’altro. Lascia che ogni bambino si senta ascoltato senza giudizio o interruzione.
  5. Dai loro un buon esempio: i bambini guardano e imparano dai genitori. Prendono esempio da te su come risolvere i conflitti, da come gestisci i problemi con il partner, gli amici e la famiglia. Se si è rispettosi e amorevoli durante un disaccordo, i figli impareranno e adotteranno loro stessi quelle abilità di risoluzione dei conflitti.

La lettura consigliata

A proposito di rivalità tra fratelli ti consigliamo la lettura di Calabretta Maria, “Le fiabe per… affrontare litigi e conflitti. Un aiuto per grandi e piccini”, FrancoAngeli, 2011.

 

Lascia un Commento

Su Di Noi

Essermamma.it è un portale che pubblica quotidianamente consigli utili e trucchi per le neo mamme sulle fasi della gravidanza e la crescita di un figlio. Inoltre si dedica anche a tutte le attività riguardanti la gestione e la cura della casa, le ricette di cucina e il giardinaggio.

Contatti

Via Vittorio Emanuele III, n4, M.S.Severino (SA)
Phone: 3347834567
Email: info@essermamma.it

EsserMamma.it © 2024 Tutti i diritti riservati.